Immunoterapia: Allison e Honjo vincono il Nobel per le cure anti-cancro

02/10/2018

Roma, 2 ottobre 2018 – Il Nobel per la Medicina quest’anno è stato assegnato a James P. Allison e a Tasuku Honjo.  Ad annunciarlo come ogni anno il Karolinska Institutet di Stoccolma in Svezia, in diretta su internet e sui social network. Ai ricercatori va il merito di aver dato una svolta decisiva nella lotta contro il cancro. Allison e Honjo hanno, per la prima volta, individuato il meccanismo con il quale il nostro sistema immunitario attacca le cellule tumorali. Ed hanno scoperto che intervenendo sulle proteine che funzionano come freno del sistema immunitario sarebbe stato possibile trattare la malattia in modo efficace. In particolare, Tasuku Honjo ha scoperto una proteina presente sulle cellule immunitarie, rivelando la sua funzione, appunto, di 'freno' del sistema di difesa dell'organismo, quando intraprende un diverso meccanismo di azione. James P. Allison, ha studiato la proteina che funziona da freno del sistema immunitario, e si è reso conto del potenziale terapeutico di un sistema che possa liberare tale freno, scatenando le nostre cellule immunitarie per attaccare i tumori. Le scoperte dei ricercatori hanno aperto un nuovo scenario nella lotta alla malattia che ha cambiato radicalmente la gestione della patologia e che si sta dimostrando molto promettente. Il riconoscimento ammonta quest'anno a 9 milioni di corone svedesi, al cambio odierno oltre 871 mila euro. Dal 1901 al 2017 sono stati 108 i premi Nobel per la Medicina o la Fisiologia, consegnati a un totale di 214 scienziati, dato che il riconoscimento viene dato spesso a più di una persona.