Tumore alla prostata aggressivo: più a rischio i giovani che bevono 

29/08/2018

Roma, 29 agosto 2018 – Bere troppi alcolici durante l’adolescenza aumenta il rischio di sviluppare da grandi un tumore alla prostata di tipo aggressivo. E’ quanto sostiene uno studio pubblicato su Cancer Prevention Research, da cui emerge come consumare almeno sette bevande alcoliche a settimana, durante l'adolescenza, è associato a tre volte in più la probabilità di aver diagnosticato la neoplasia. "La prostata è un organo che cresce rapidamente durante la pubertà, quindi è potenzialmente più suscettibile all'esposizione a cancerogeni durante gli anni dell'adolescenza", spiega Emma Allot della University of North Carolina a Chapel Hill. "Per questo motivo, - prosegue - volevamo indagare se il consumo di alcol in questo periodo fosse associato all'aggressività del cancro alla prostata in seguito". I ricercatori hanno valutato i dati di 650 uomini da 49 a 89 anni, di diverse etnie, sottoposti a biopsia prostatica tra gennaio 2007 e gennaio 2018. Quindi, attraverso questionari, ne hanno valutato il numero medio di bevande alcoliche consumate settimanalmente durante ogni decennio di vita. I risultati, hanno dimostrato che l'assunzione di alcol pesante a 15-19 anni, inteso come almeno sette bevande a settimana, non era associata al carcinoma della prostata in generale; tuttavia era associato a 3,2 volte in più la probabilità di cancro alla prostata di grado elevato, rispetto ai non bevitori.